Embraco: Governo in pressing

Azienda apre su ritiro licenziamenti ma aspetta ok Whirpool

L'Embraco ha dato la disponibilità a ritirare i licenziamenti, ma aspetta l'ok da Whirlpool e darà una risposta al governo entro giovedì prossimo. La notizia è stata data dal ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, dopo un lungo incontro in Prefettura con azienda e sindacati. "Se ci diranno di no la considereremo una dichiarazione di guerra al Governo", ha aggiunto Calenda che mette nel mirino anche la Slovacchia dove Embraco vuole delocalizzare la produzione italiana grazie ai minor costi. "Ho già parlato con il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, per avviare una procedura formale in Europa nei confronti della Slovacchia", dove Embraco ha il principale stabilimento europeo, "per verificare se c'e' stato un accordo fiscale fra il Governo e l'azienda che può essere discriminatorio. Vogliamo valutare se ci sono gli estremi per una denuncia per gli aiuti di Stato" ha detto Calenda, parlando con i lavoratori fuori dalla prefettura di Torino, dopo la riunione in prefettura.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who