Cottarelli, approfittare della crescita

Non tagliare spesa pubblica, basta non aumentarla

(ANSA) - URBINO, 23 GEN - Per ridurre il debito pubblico dell'Italia, uno "tra i più alti al mondo: siamo al 132% di rapporto debito/Pil come nel 1917 in occasione della Grande Guerra", bisogna approfittare dell'attuale fase di crescita (all'1,5%) e fare "come un buon padre di famiglia" operando "una progressiva riduzione del debito che ci terrebbe al riparo dalle speculazioni e darebbe fiducia ai mercati". E' il suggerimento di Carlo Cottarelli, direttore dell'Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani, che ha tenuto una conferenza "Debito Pubblico: che fare?" all'Università di Urbino. Operare come "il buon padre di una famiglia indebitata" significa "risparmiare i soldi di un aumento delle entrate per ridurre i debiti di famiglia. Se aumentano le entrate e non si aumenta la spesa, lo Stato può arrivare al pareggio di bilancio. Non dico di tagliare la spesa, dico solo di non aumentarla".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who