Istat: Pil ancora in crescita, ma rallenta il ritmo

Tra +0,5 e +0,6% secondo indicatore anticipatore a dicembre

 La crescita italiana "continua a migliorare anche se a ritmi più contenuti rispetto ai due mesi precedenti suggerendo il proseguimento dell'attuale ritmo di crescita dell'economia". Lo rileva l'Istat nella nota mensile di dicembre, nella quale si evince dalle tabelle che l'indicatore anticipatore segna nell'ultimo mese dell'anno una crescita mensile tra lo 0,5 e lo 0,6%.

Ancora lontano tasso di disoccupazione pre-crisi - Nel mercato del lavoro in Italia "permangono le difficoltà a raggiungere un tasso di disoccupazione in linea con i livelli pre-crisi, nonostante la significativa riduzione a metà del 2015". E' quanto rileva l'Istat nella nota mensile, sottolineando che a ottobre 2017 il tasso di disoccupazione "è ancora 4,3 punti percentuali superiore al livello di agosto 2008, una distanza superiore sia a quella dell'area euro (+1,2 punti percentuali) sia a quella della Francia (+1,9 punti percentuali)".

Industria, prezzi produzione +0,4% mese, +2,5% anno - L'indice dei prezzi alla produzione dell'industria a novembre aumenta dello 0,4% rispetto al mese precedente e del 2,5% nei confronti di novembre 2016. Lo rileva l'Istat.
Sul mercato interno i prezzi alla produzione dell'industria aumentano dello 0,4% rispetto ad ottobre e del 2,8% su base tendenziale. Al netto del comparto energetico, si registrano incrementi dello 0,1% - in termini congiunturali - e del 2,0% rispetto a novembre 2016. Per il mercato estero si rileva un aumento dello 0,2% rispetto al mese precedente (0,2% per l'area euro e dello 0,3% per quella non euro). In termini tendenziali si registra una crescita dell'1,7% (+2,1% per l'area euro e +1,4% per quella non euro), spiega l'Istituto di statistica.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who