Manovra, salta norma contratti a termine

Niente da fare anche per aumento indennità licenziamenti

(ANSA) - ROMA, 19 DIC - Nulla di fatto in Commissione Bilancio della Camera sui contratti a termine. L'emendamento era prima firma Chiara Gribaudo (Pd) e condiviso da molti deputati dem per la riduzione da 36 a 24 mesi della durata massima dei contratti: sulla proposta non è stato trovato l'accordo politico.
    E dopo la stretta sui contratti è saltata anche quella sui licenziamenti. Su indicazione del governo e del relatore alla manovra, il presidente della Commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano, ha ritirato l'emendamento che portava da 4 ad 8 le mensilità minime da pagare al lavoratore in caso di licenziamento senza giusta causa. "L'esecutivo sta compiendo un errore che non è di poco conto. - ha detto Damiano - La prossima legislatura dovrà affrontare questo problema perché in Italia licenziare costa troppo poco ed è diventato troppo facile".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who