Energia: Ue, salvi i sussidi a carbone

Misure da rinnovabili a governance, Canete,troppo poca ambizione

(ANSA) - BRUXELLES, 19 DIC - Dopo un tour de force negoziale notturno,i 28 hanno trovato un'intesa comune sul Pacchetto Ue energia pulita, che va dalla governance climatico-energetica alle rinnovabili, rivedendo al ribasso le proposte della Commissione Ue. Vengono mantenuti i sussidi alle centrali elettriche a carbone sino al 2030 per quelle esistenti e al 2025 per i nuovi impianti. "Il livello di ambizione è chiaramente insufficiente",ha detto il commissario Ue a energia Miguel Canete. A partire dalle rinnovabili,il cui target resta fissato al 27% entro il 2030 contro il 30% sostenuto da Bruxelles viste le stime al ribasso dei costi necessari. Sul fronte della governance, invece,gli stati membri si impegnano a presentare piani nazionali integrati clima-energia ogni dieci anni, con il primo per il periodo 2021-2030. Sono stati fissati tre parametri di avanzamento per valutare la traiettoria dei Paesi verso il rispetto del target del 27%,ovvero dovrà essere raggiunto il 24% dell'obiettivo nel 2023,il 40% nel 2025 e il 60% nel 2027.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who