Bankitalia, debito sale a 2.289 miliardi

Entrate dieci mesi salgono dell'1,3% a 339 miliardi

Il debito delle Amministrazioni pubbliche ad ottobre è stato di 2.289,7 miliardi, in aumento di 5,8 miliardi rispetto al mese precedente. Lo rende noto Bankitalia nel suo consueto fascicolo su "Finanza pubblica, fabbisogno e debito", L'incremento ha riflesso il fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche (4,9 mld) e l'aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (per 1,3 mld, a 53,3). Scarti e premi all'emissione e al rimborso, rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e variazione del cambio hanno invece complessivamente contenuto il debito per 0,4 mld.
    Sempre a ottobre le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 32,2 miliardi (0,4 miliardi in meno rispetto a quelle rilevate nello stesso mese del 2016). Nei primi dieci mesi del 2017 esse sono state pari a 339 miliardi, in aumento dell'1,3 per cento rispetto al corrispondente periodo del 2016. Lo rileva Bankitalia nel consueto fascicolo "Finanza pubblica, fabbisogno e debito". 

Sempre Bankitalia ha pubblicato le sue previsioni macroeconomiche mostrando maggiore ottimismo rispetto alle ultime stime e alzando la proiezione del pil italiano nel 2017 a +1,6% e a +1,4% nel 2018 per mantenersi leggermente al di sotto nei due anni successivi. Positive anche le stime sull'occupazione mei prossimi 4 anni. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who