Stretta Cina su prestiti a banche

Tasso sale di 0,05% al 3,25%, margini ritoccati anche su riserve

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Banca centrale cinese (Pboc) ha risposto al rialzo dei tassi d'interesse deciso ieri dalla Federal Reserve, aumentando dello 0,05%, al 3,25%, il tasso di pagamento dovuto sui prestiti erogati a un anno, con un margine analogo ritoccato all'insù anche per i tassi sulle riserve bancarie. La reazione della Pboc alle forze di mercato non ha toccato però il tasso di riferimento sui prestiti a società e retail, e quello sui depositi.
    Pechino ha rafforzato i controlli sui movimenti di capitale al fine di bloccare i flussi in uscita che potrebbero peggiorare se i tassi più alti negli Usa dovessero attrarre gli investitori in scia alle possibilità di maggiori ritorni. Anche l'Autorità monetaria di Hong Kong, con la valuta dell'ex colonia britannica agganciata al dollaro Usa, ha alzato oggi i tassi di riferimento di 25 punti base, fino all'1,75%.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who