Bancari, la metà sono donne. Ma indietro sulle carriere

Studio First, ancora pochi dirigenti e quadri.Divari su reddito

Sempre più donne lavorano in banca, dove oramai quasi pareggiano il numero di dipendenti uomini ma su carriera e retribuzione le distanze ancora permangono.

Uno studio del sindacato First Cisl fotografa la realtà in movimento del mondo bancario, dove i forti prepensionamenti degli ultimi anni, concentrati soprattutto negli uomini mediamente più anziani, stanno favorendo e favoriranno l'aumento della componente femminile. Tuttavia solo lo 0,5% delle donne, a fronte del 2% per gli uomini ricopre funzioni dirigenziali e solo il 30% (contro il 50%) è quadro direttivo. Differenze che si riflettono sul reddito dove esiste un divario fra uomini e donne di 10 punti percentuali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who