Gentiloni: bene economia, non dilapidare

Calenda, ok Pil ma continuare investimenti

"L'economia italiana accelera e accelera per merito delle famiglie, delle imprese, dei lavoratori". Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni all'inaugurazione del cantiere Open Fiber, aggiungendo che "di questo dobbiamo essere tutti orgogliosi e i risultati non li possiamo disperdere, dilapidare e mettere in discussione, dobbiamo andare avanti ancora e accelerare se possibile. Il governo farà la sua parte".

Parlando del progetto di Open Fiber, che, ha spiegato, "è di valore strategico per la nostra economia", il premier ha commentato i dati sul Pil rilasciati oggi dall'Istat: "La capacità di connessione, l'ampiezza di connessione, la sicurezza della connessione - ha sottolineato - sono e saranno il sistema nervoso della nostra economia. Ne ha bisogno un'economia che finalmente sta riprendendo la sua crescita e mi fa piacere condividere con voi la soddisfazione del governo per i dati resi noti dall'Istat e parlando di una crescita tendenziale all'1,8%", quando invece "solo sei mesi fa le previsioni erano dello 0,8%".

Calenda, bene Pil ma continuare investimenti - Secondo il ministro per lo Sviluppo economico, Carlo Calenda, il "Paese si è messo in marcia", ma "c'è da fare ancora molto: bisogna continuare e soprattutto bisogna non sprecare, come ha giustamente detto il premier Paolo Gentiloni, quello che si è fatto fino ad ora". "Bisogna continuare a insistere sugli investimenti, sugli stimoli, a quelli privati e a quelli pubblici - ha detto -. È questa la chiave di volta. I dati sul Pil sono positivi, l'Italia sta camminando ma bisogna fare attenzione a non perdere l'abbrivio e continuare a mettere al centro gli investimenti".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who