Tim: rete neutrale, no scorporo Sparkle

Separazione societaria, non proprietà. Presto incontro con Genish

Il governo non sta pensando allo scorporo di Sparkle da Tim, ma "è superiore interesse nazionale avere una rete neutrale". Lo ha detto Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico, a in "Mezz'ora in più" su Raitre

"Credo che vadano separate le due società. - ha aggiunto parlando in particolare della rete - Dopodiché la proprietà può essere anche la stessa purché si rispettino determinate norme. Ho scritto all'Agcom chiedendo di studiare, come ha fatto l'Inghilterra, quali sono i possibili benefici e rischi dal non avere una rete separata dal punto di vista societario, non dal punto di vista della proprietà. Non mi interessa punire l'investitore straniero".

Calenda ha quindi annunciato che questa settimana incontrerà il nuovo amministratore delegato del gruppo, Amos Genish. E oggi, lunedì. in cdm arriveranno le norme sul golden power che, come ha spiegato lo stesso Calenda, saranno "eque ed equilibrate non punitive"

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who