Prezzi: Istat, inflazione settembre 1,1%,-0,3% su mese

Accelera il carrello della spesa, +1,1% su anno

L'Istat conferma, nei dati definitivi, la frenata del tasso di inflazione a settembre. L'indice nazionale dei prezzi al consumo diminuisce dello 0,3% su base mensile e aumenta dell'1,1% rispetto a settembre 2016 (era +1,2% ad agosto). "La lieve frenata dell'inflazione è ascrivibile per lo più al rallentamento dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (+2,7%, da +4,4% di agosto) e di quelli dei beni energetici regolamentati (+2,9% da +5%), in parte compensato dall'accelerazione dei prezzi dei beni alimentari non lavorati".

Aumentano i rincari del "carrello della spesa" con i beni alimentari, per la cura della casa e della persona. L'Istat conferma le stime preliminari di un aumento dei prezzi dello 0,4% su base mensile e dell'1,1% su base annua (era +0,6% ad agosto). In particolare costano di più i vegetali freschi, che vedono un incremento dei prezzi del 6,1% da agosto e del 4,8% dal 2016, "in marcata accelerazione da +0,1% di agosto", osserva l'istituto di statistica.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who