Draghi: "Crescita stabile, slancio prosegue"

Ma inflazione non soddisfa, serve ancora politica accomodante

"L'espansione economica è ora stabile e ampia nella zona euro e nei vari settori. Il Pil reale è migliore del previsto nella prima metà del 2017, arrivando al 2,3%, anno su anno, nel secondo trimestre. L'economia della zona euro ha beneficiato di 17 trimestri consecutivi di crescita, e le ultime informazioni indicano uno slancio che proseguirà nel prossimo periodo": lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi al Parlamento Ue.

Ma il numero uno della Bce ha anche avvertito che "la stabile ripresa" ancora non si traduce in "più convincenti" dinamiche dell'inflazione. I rischi di deflazione sono "essenzialmente spariti", ma l'inflazione sottostante è migliorata "solo moderatamente" negli ultimi mesi. L'inflazione core, all'1,5% ad agosto, è attesa in discesa "temporanea" verso la fine dell'anno. Anche se siamo "più fiduciosi" che l'inflazione andrà verso gli obiettivi, "sappiamo che serve ancora un livello molto elevato di accomodamento monetario".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who