Borsa: Asia non guarda a Corea del Nord

Più deboli listini cinesi e Sidney, fiacchi futures su Europa

Avvio marginalmente positivo per Piazza Affari: il primo indice Ftse Mib segna un aumento dello 0,08%, l'Ftse It All-Share un rialzo dello 0,05%.

 I mercati finanziari asiatici e dell'area del Pacifico continuano a rimanere insensibili alla crisi coreana: anche con il lancio del nuovo un missile da parte di Pyongyang dopo le sanzioni Onu, tutti i listini si sono mossi attorno alla parità, con Tokyo (+0,5%) e Seul (+0,2%) che anzi chiudono in rialzo di qualche frazione.
    Piatte Hong Kong e Singapore, più deboli le Borse cinesi con Shanghai che perde mezzo punto percentuale. In calo anche Sidney, dove sono quotati diversi titoli che possono anticipare l'avvio dei loro settori in Europa, che in chiusura segna un ribasso dello 0,7%.
    In marginale contrazione i futures sull'avvio delle principali Borse europee.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia


Vai al sito: Who's Who