Mandarin compra Elios, parte polo ceramica Italia

Fondo MCP II aggrega aziende per creare un Big dell'export

Prima La Fabbrica, l'azienda di Castel Bolognese fra i leader delle grandi lastre di ceramica ricercatissime negli Usa, ora Elios Ceramica, altro produttore (di Fiorano Modenese) dell'alto di gamma: MCP II, fondo del private equity Mandarin Capital Partners, va avanti nelle acquisizioni per consolidare un polo italiano della ceramica e fare il grande salto, imponendo il know how tecnologico e il gusto italiano sui mercati mondiali.

L'acquisizione di Elios dalla famiglia Levoni è firmata, come si apprende da fonti bancarie: l'azienda, dopo il closing,
passerà a Italcer, holding controllata da Mandarin Capital Partners che fa da polo aggregante in vista di ulteriori
acquisizioni (si parla della umbra la Tagina fra le altre) sotto la guida di Graziano Verdi, considerato un'autorità nel settore
e protagonista dell'espansione negli Usa di Graniti Fiandre, di cui e' stato amministratore delegato facendone la prima
matricola al segmento STAR di Borsa Italiana.

Un'operazione - il polo italiano della ceramica - di consolidamento di medie imprese italiane in un distretto in cui
l'Italia va forte, ma soffre la frammentazione in tante piccole realtà, spesso familiari. Aziende che fatturano fra i 30 e i 60
milioni, ma Mandarin è già a 75 milioni con Elios e La Fabbrica - e ad alta vocazione all'export, che spesso supera il 70% del fatturato.

Si avvicina l'obiettivo di raggiungere i 100 milioni di euro fatturato consolidato entro fine anno, con Mandarin che punta asuperare i 300 milioni in cinque anni, senza escludere di poter raggiungere il mezzo miliardo. Puntando sull'Asia e sugli Usa, dove le 'big slabs', le grandi lastre, vanno forte e stanno sempre più sostituendo la tradizionale moquette nelle abitazioni di prestigio.

Accanto alle altre acquisizioni allo studio procede il progetto per espandere la produzione con uno stabilimento in Usa. Con un impianto 4.0 previsto in Tennessee, verrebbero abbattuti i costi di trasporto per un prodotto di grande prestigio, che si avvale dell'estetica e della leadership mondiale dell'Italia nelle macchine per ceramica.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who