Prodi: 'Per salvare il lavoro serve la rinascita politica'

L'ex premier: 'Ormai il mio ruolo è quello del predicatore'

Un fragoroso applauso della platea congressuale della Cisl ha accolto l'ex premier, Romano Prodi, nel momento in cui la padrona di casa, Annamaria Furlan, l'ha salutato dal podio delle assise cisline. Tra pochi minuti è previsto l'intervento del prof. E' previsto anche l'intervento di Susanna Camusso.

"Contro la disuguaglianza nel lavoro, serve la necessità della rinascita della politica: il poco lavoro che c'è va distribuito secondo un assetto complesso. E bisogna parlare di cose scomode. Sento parlare di aliquota unica. Allora abbiamo perduto l'anima. Facciamo pagare il 45% a chi paga 20mila euro come a chi guadagna 20 milioni. Dove andiamo a finire?". Così l'ex premier Romano Prodi, nel suo intervento al Congresso Cisl.

"Quando predico sull'Europa, perché ormai il mio ruolo è quello del predicatore, parlo ai giovani dell'importanza dell'Europa…" - ha anche detto l'ex premier - Noi senza l'Europa non saremmo niente", ha aggiunto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who