Mps stringe sul piano, Cda a fine mese

Ricapitalizzazione da 8,3 mld, attesi 6-7 mila esuberi

A fine giugno, il 29 o il 30, il cda di Mps esaminerà la bozza del piano di ristrutturazione che poi sarà inviato alla Commissione Ue per il via libera definitivo. Per quella data sarà quindi chiaro l'esito del confronto con la Commissione Ue e la Bce. Entro il 28 giugno sarà invece definito lo schema di cessione degli Npl, al momento allo studio solo di Atlante. Salvo aggiustamenti, la ricapitalizzazione sarà da 8,3 miliardi, con un intervento dello Stato di circa 6 miliardi. Attesi fra i 6 e i 7 mila esuberi.

Intanto la Commissione Ue, la Bce e le autorità italiane lavorano fianco a fianco per raggiungere una soluzione sostenibile in linea con le regole Ue": secondo quanto spiegato da Margaritis Schinas, portavoce del presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker riferendosi alla crisi delle banche venete.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who