Borsa: Milano peggiore in Europa, chiude a -0,54%

Male titoli dell'energia e Atlantia, bene Leonardo e banche

 Piazza Affari archivia l'ultimo giorno di settimana di contrattazioni con l'indice Ftse Mib in flessione, fermo sul -0,54%. Di fatto il listino milanese è il peggiore tra i principali europei. A trascinare in ribasso l'indice sono stati titoli come Banca Generali (-2,24%), Atlantia che sulle indiscrezioni di operazioni sulla spagnola Abertis flette del -2,04%%, Ferragamo (-2,01%), Recordati (-1,98%), Unicredit (-1,73% all'indomani dell'assemblea), Fca (-1,57%), Italgas (-1,5%), Terna (-1,42%), Snam (-1,39%). Tra i titoli dell'energia in calo anche Eni (-1,09%) e Saipem (-0,89% dopo una giornata per lo più in positivo per l'effetto delle stime sull'anno). Giù anche Mediaset (-0,27%), come Telecom (-0,32%), con Vivendi che dopo aver confermato di essere investitore di lungo periodo nel colosso delle Tlc italiano a Parigi scende del -1,15%.
    Bene invece Leonardo (+1,15%), Generali (+0,99%), A2a (+0,98%), Intesa (+0,96%) e altre banche: Bpm (+0,64%), Mediobanca (+0,62%), Bper (+0,26%), Ubi (+0,11%).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who