Ue chiede a Italia impegni su conti

Mef: 'In contatto con Bruxelles per evitare procedura'

 La Commissione Ue invierà oggi una lettera all'Italia in cui chiede al Governo di assumere impegni precisi sulla correzione dei conti entro il primo febbraio, data della pubblicazione delle nuove previsioni economiche. Secondo quanto si apprende - e come anticipato da Repubblica - il 'gap' da colmare per rispettare gli accordi sulla riduzione del deficit strutturale è pari allo 0,2% del pil, quindi già uno 'sconto' rispetto alla differenza di 0,3% evidenziata a novembre nell'opinione sulla legge di stabilità.
   
Fonti del Mef fanno però sapere che la lettere di Bruxelles "non è ancora pervenuta" ma "sono in corso in questi giorni contatti con la Commissione per valutare i passi opportuni per evitare l'apertura di una procedura di infrazione e al tempo stesso scongiurare il rischio che interventi restrittivi sul bilancio compromettano la crescita riavviata nell'economia nazionale a partire dal 2014 ma ancora debole".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie