Jobs act: Stirpe, corretto no Corte su art.18

Così il vice presidente di Confindustria per il Lavoro

La Confindustria condivide la decisione della Corte Costituzionale di dichiarare inammissibile il quesito referendario promosso dalla Cgil sull'articolo 18 mentre si dice convinta della necessità di una mediazione su voucher e appalti prima di andare al voto sui due quesiti considerati ammissibili. "Bisogna comprendere le motivazioni - ha detto il vice presidente di Confindustria per il Lavoro e le Relazioni industriali, Maurizio Stirpe - probabilmente sull'articolo 18 è stata riconosciuta la natura propositiva del quesito".
    Sui voucher Stirpe ha chiesto di "non buttare via il bambino con l'acqua sporca" e di salvare il principio "combattendo gli abusi". "Spero che si trovi - ha aggiunto - una mediazione prima di andare al referendum. Ci sono spazi e margini per andare in questa direzione".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Ultima ora



Vai al sito: Who's Who