Abi,crediti sono mal di testa non tumore

Sabatini, serie di misure in campo li ridurrà

(ANSA) - ROMA, 8 MAR - Il problema dei crediti deteriorati delle banche "oggi è un forte mal di testa, non un tumore al cervello". Lo ha detto il direttore generale dell'Abi Giovanni Sabatini rispondendo alle domande dei senatori in commissione Finanze sul mancato intervento sulla questione all'inizio della crisi, come hanno fatto altri Paesi mettendo in campo una 'bad bank'. Sabatini ha sottolineato che "quello che serve è quello messo in campo, una serie di misure che porteranno a una riduzione dei crediti deteriorati nei bilanci delle banche". E la Gacs, ha ribadito "è un ulteriore strumento che insieme ad altri consentirà di agevolare lo smaltimento di questi crediti".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who