Nestlé: 60 mln in tre anni per rafforzare Perugina

'Bacio' diventerà pralina riferimento consumatori tutto il mondo

Nestlè investirà 60 milioni di euro nei prossimi tre anni "per rafforzare il grande marchio Perugina in Italia e all'estero": lo ha detto ai giornalisti Leo Wencel, capo mercato gruppo Nestlè Italia, oggi pomeriggio al termine dell'incontro di tre ore nella sede di Confindustria a Perugia, durante il quale è stato illustrato ai sindacati il piano industriale per lo stabilimento di San Sisto. Lo stesso Wencel ha escluso esuberi e spiegato che il piano ha effetti positivi anche sulla stagionalità delle produzioni.

Il piano - riferisce un comunicato di Nestlè Perugina - punta a potenziare lo stabilimento di San Sisto per confermarne la posizione come uno dei poli produttivi di eccellenza del cioccolato all'interno del gruppo Nestlé, per rafforzare la posizione dello storico marchio in Italia e per fare di Perugina un simbolo del "Made in Italy" in tutto il mondo. La strategia di sviluppo commerciale - spiega la multinazionale svizzera - è indirizzata dunque non soltanto al mercato interno, ma anche alla crescita nei mercati esteri con interessanti opportunità di contro-stagionalità della produzione.

Per raggiungere questi obiettivi, Nestlè ha varato la Confectionery International Business Unit, che sarà guidata da Valeria Norreri. La nuova Business Unit nasce all'interno della Divisione Dolciari di Nestlé Italiana, di cui Business Executive Manager sarà Bruno Emmenegger.

A supporto del piano di sviluppo del business, una parte degli investimenti - spiega Nestlè - è destinata all'ammodernamento dello stabilimento Perugina di San Sisto: circa 15 milioni di euro sono infatti destinati a introdurre nuove tecnologie e un modello organizzativo avanzato. 

Perugina si focalizza su produzione 'Bacio' - "La fabbrica di San Sisto si focalizzerà sulla produzione core dell'azienda, il cioccolato di eccellenza: al cuore di questa strategia saranno i Baci Perugina, una delle praline di maggior successo in Italia, anche grazie al sostegno delle campagne di marketing e comunicazione e che ha ora l'ambizioso ma realistico obiettivo di diventare una pralina di riferimento per i consumatori di tutto il mondo": lo ribadisce Nestlè nel comunicato diffuso al termine dell'incontro in cui è stato illustrato il piano industriale per Perugina.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who