Casa: Delrio, in 5 anni nessun alloggio pubblico sfitto

'Il 2016 sarà l'anno della casa' come priorità per il ministero.

"In cinque anni non ci sarà più un alloggio sfitto" nel patrimonio residenziale pubblico. È l'impegno del ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, alla presentazione del rapporto Cisl, Caritas e Sicet 'Un difficile abitare'. Delrio afferma che il recupero di "7 mila alloggi nel 2016, è il minimo. Mi sono dato questo obiettivo in accordo con Comuni e Regioni". "Il 2016 - aggiunge - sarà l'anno della casa" come priorità per il ministero.

"Se falliamo - afferma - è un fallimento di Stato, Regioni e Comuni, ma soprattutto è un fallimento dei diritti di persone" che "rischiano di isolarsi sempre di più e diventare sempre più invisibili per la politica". Delrio chiama a "una grande alleanza" della politica con le parti sociali e le associazioni per affrontare l'emergenza abitativa. "Dobbiamo fare un salto - spiega - molto importante.

Credo che il 2016 sará l'anno di svolta per la casa" sia per l'edilizia che per il settore residenziale pubblico "da un lato con il recupero degli alloggi sfitti e dall'altro con la riqualificazione energetica". "Il 2016 è l'anno della casa - conclude il ministro - dopo che il 2015 è stato l'anno del trasporto su ferro".

Fondi alle Regioni per recupero 15mila alloggi, ora accelerare - Per l'emergenza abitativa, secondo il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, "la soluzione è quella di offrire più alloggi, di recuperare quelli che attualmente sono vuoti" ma "bisogna accelerare molto". "Abbiamo stanziato anche in questa Finanziaria diverse centinaia di milioni che stiamo trasferendo alle Regioni proprio per il recupero degli oltre 15mila alloggi vuoti in Italia". Lo afferma a margine della presentazione del rapporto Cisl, Caritas e Sicet 'Un difficile abitare'. "Sono alloggi di patrimonio pubblico che vanno immediatamente recuperati- continua Delrio- e contiamo di farlo in 18-24 mesi con l'aiuto di Regioni e Comuni". "Bisogna accelerare molto- aggiunge il ministro- e fare in modo di approntare anche un'offerta abitativa come l'housing sociale, di diffonderla di più perché anche questa è una risposta ai bisogni delle persone, delle giovani coppie, di coloro i quali hanno diritto a un'abitazione dignitosa".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who