Pop Vicenza, in 2015 ai vertici 11,6 mln

1 mln per patto fedeltà management, per buonuscite altri 4,8 mln

(ANSA) - MILANO, 1 MAR - Crescono del 9% nel 2015 i compensi per i vertici della Popolare di Vicenza mentre i 119 mila soci della banca aspettano di conoscere di quanto scenderà il valore dei loro titoli con la quotazione a Piazza Affari.
    Nel corso dello scorso esercizio, emerge dal bilancio, la Bpvi ha pagato ai propri dirigenti strategici (consiglieri, sindaci e componenti della direzione generale) 16,7 milioni di euro a fronte degli 11 milioni corrisposti nel 2014 (+52%).
    A spingere i compensi sono stati i 4,8 milioni di indennità corrisposte per fine del rapporto di lavoro, costi legati alle buonuscite riservate ai manager che hanno lasciato la banca, a partire dall'ex a.d Samuele Sorato.
    Anche al netto di questi costi i compensi per il vertice sono saliti da 10,65 a 11,62 milioni (+9,1%). L'aumento di 1 milione di euro, spiegano fonti vicine alla banca, "è riconducibile a un patto di stabilità e non concorrenza siglato con il nuovo management" guidato dall'a.d Francesco Iorio e ha carattere "una tantum".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who