Fisco: Equitalia, record riscossioni, in 2015 8,2 mld

Aumento dell'11,2% su 2014, +832 milioni di euro

Poco più di 8 miliardi di euro, con incremento dell'11,2% rispetto al 2014. Sono i numeri resi noti da Equitalia relativi alla riscossione 2015. Si tratta, si legge in una nota della società, di un anno record che fa registrare saldi molto positivi nelle tre macro aree, Nord, Centro e Sud, e un aumento di 832,6 milioni di euro rispetto al 2014, per un dato complessivo pari a 8.243,8 milioni di euro.

Locomotiva della riscossione, specifica la nota, è ancora una volta Equitalia Nord che fa segnare un incremento del 14,3% sul 2014 con 3.444,5 milioni di euro e ben 430 milioni in più rispetto all'anno precedente. Bene anche la riscossione nelle regioni del Centro, con 1.928,6 milioni di euro (+9,1%) e 161,4 milioni in più del 2014. Equitalia Sud, che comprende anche Roma e il Lazio, cresce del 9,2% con un saldo di 2.870,7 milioni di euro e 241,5 milioni in più sul 2014. Il 2015, specifica Equitalia, è l'ultimo anno in cui il gruppo ha agito attraverso le società divise in macro aree, in quanto il cda ha deliberato la chiusura delle tre società e la nascita di Equitalia servizi di riscossione Spa, che sarà operativa dal primo luglio 2016. "Vogliamo e dobbiamo fare meglio, migliorare il rapporto con i cittadini - spiega l'amministratore delegato Ernesto Maria Ruffini - tagliare la burocrazia, rendere semplice poter saldare i propri debiti, utilizzare tutti gli strumenti tecnologici per essere a fianco dei contribuenti e non contro. I risultati conseguiti nel 2015 è frutto di una serie di elementi e di un lavoro di squadra, ma l'opera di riscossione deve andare di pari passo con le riforme che da alcuni mesi abbiamo strutturato e che troveranno attuazione nel 2016, con l'obiettivo di rendere più efficiente il Gruppo Equitalia, razionalizzare i costi, essere più attenti ai cittadini e alle imprese in difficoltà, e nel contempo mettere in campo ogni sforzo per recuperare crediti, risorse che sono indispensabili per la collettività". Il 51,6% degli 8,2 miliardi raccolti da Equitalia, ovvero 4.253,8 milioni, andrà all'Agenzia delle entrate, il 28,8% pari a 2.374,2 milioni di euro all'Inps e quindi circa 550,6 milioni (6,7%) ad altri enti per cui Equitalia riscuote. Poco più di 550 milioni (6,7%) entreranno nelle casse dei Comuni, 111,5 (1,4%) all'Inail, 403,5 milioni (4,9%)ad altri Enti erariali. Al primo posto tra le Regioni (la Sicilia opera con una società di riscossione regionale), dove Equitalia ha riscosso di più è la Lombardia, seguita da Lazio e Campania.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who