G20: Padoan, debito Italia scenderà, avanti con le riforme

Visco, superato pessimismo iniziale su prospettive

E' ottimista il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, che, dal G20 di Shangai, parla dell'economia italiana. "L'Italia - ha detto Padoan - ha fatto molti progressi nell'agenda strutturale ma resta ancora molto da fare" ma "è ovvio che l'agenda delle riforme strutturali non si deve fermare, né in termini di implementazione né di elementi nuovi da aggiungere". "Il debito è elevato e va abbattuto, perché un debito elevato che continua a crescere è elemento di fragilità" ma il debito italiano "comincerà a scendere, è elevato ma diminuirà".

"Siamo convinti - ha detto ancora - che in questo contesto si potrà consolidare la crescita, che continua ad essere sostenuta e sostenibile". Lo ha detto il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan al G20 di Shanghai, spiegando che dai meeting emerge un "messaggio di ottimismo e c'è valutazione condivisa disponibilità agire ulteriormente". Anche il governatore di Bankitalia Ignazio Visco ha spiegato che "al G20 "c'è stata una revisione del pessimismo che c'era all'inizio".

Il G20 - ha fatto sapere Padoan - ha discusso sulle politiche necessarie per sostenere la domanda e si è aperto all'idea che "laddove ci sia spazio fiscale questo debba essere utilizzato per misure favorevoli alla crescita, ad esempio per spese per investimenti che sostengono sia la domanda sia la crescita di medio termine".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who