Rivoluzione Istat, apre a Big Data

In pensione sistema basato solo su indagini, ora modernizzazione

(ANSA) - ROMA, 21 FEB - L'Istat è pronta a una rivoluzione che manderà in pensione il vecchio sistema di produrre statistica: bussare alla porta per chiedere interviste. Ora si punta sull'integrazione di tutte le fonti: d'indagine, amministrative e Big data, enormi flussi di informazioni sottoforma di bit (dal traffico telefonico a quello stradale, agli scontrini). Una trasformazione che "rappresenta una delle linee strategiche del mio mandato e del processo di modernizzazione dell'Istat che, proprio in questi giorni, sta vedendo la luce", ha spiegato il presidente Istat Giorgio Alleva in un'audizione in Commissione per la qualità dell'informazione statistica. Il progetto, sottolinea, prevede "il passaggio da un modello tradizionale di rilevazione, basato sull'acquisizione diretta dei dati dalle fonti (cittadini e imprese), ad un modello basato solo su un sistema integrato di registri statistici, derivante dall'utilizzo di fonti da indagine, fonti amministrative e nuove fonti (come i Big data)".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who