Eni: sciopero P.Torres pro chimica verde

Protesta in Sardegna contro vendita Versalis a fondo Usa

(ANSA) - PORTO TORRES (SASSARI), 19 FEB - È scattato questa mattina alle 7 lo sciopero generale di otto ore degli operai del polo petrolchimico di Porto Torres, in linea con la protesta nazionale organizzata dalle sigle sindacali Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec in tutti gli stabilimenti controllati da Eni, per opporsi a quella che loro stessi chiamano "la svendita della chimica".
    In particolare a Porto Torres la manifestazione, cominciata con un sit-in davanti ai cancelli di ingresso dello stabilimento, assume una connotazione particolare - spiega Ugl - per protestare contro l'annunciata vendita di Versalis al fondo di investimento americano Sk Capital che, secondo i sindacati, segnerebbe la fine del progetto della chimica verde nel nord dell'Isola. Centinaia di operai si sono messi in marcia alle 9 dando vita a un corteo che ha attraversato le strade della zona industriale turritana. La manifestazione si conclude nella piazza del comune di Porto Torres dove gli operai incontrano una rappresentanza dei sindaci del Sassarese.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who