Banche: Dijsselbloem, stanno meglio ma via sofferenze

Non è vero che sono in una situazione disastrosa

 "Non è vero che le banche si trovano in una situazione disastrosa, si trovano in una situazione migliore, ma in singoli casi ci sono ancora questioni di eredità della crisi, come enormi quantità di crediti deteriorati. Non c'è la bacchetta magica per farli scomparire, ma bisogna liberarsene": lo ha detto il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem parlando al Parlamento Ue.
"Credo che il settore bancario stia meglio, è aumentata la capitalizzazione, abbiamo la supervisione unica e regole più stringenti", ha spiegato Dijsselbloem. Secondo il presidente, "in alcune banche ci sono problemi di attività ereditate dal passato e colpite dalla crisi, e dobbiamo stare attenti a non posticiparli, ma risolversi subito".

Grave non informare i clienti - "Per quanto riguarda i clienti che hanno acquistato prodotti retail che rientrano nel bail in, senza essere sufficientemente informati, è un problema grave, perché dovrebbero esserlo": lo ha detto il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem rispondendo alle domande degli eurodeputati sulle banche europee.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who