Bcc: Giorgetti, no a norme ad personam

Volute da Palazzo Chigi

(ANSA) - ROMA, 14 FEB - No a norme ad personam nella riforma delle Bcc. A dirsi contrario, in particolare rispetto alla possibilità di non aderire alla holding bancaria per gli istituti con patrimonio superiore a 200 milioni, è il deputato della Lega Nord, Giancarlo Giorgetti. Intervenendo a L'Intervista di Maria Latella, su Sky Tg24, Giorgetti ha ricordato che quello delle Bcc è "un settore strategico", che è stato molto vicino al sistema delle pmi nel momento della crisi ed è quindi condivisibile il "tentativo di mettere a sistema e dare una garanzia dall'alto". Quello che, invece, è "totalmente ingiustificato è che vengano ad personam esclusi alcuni istituti, magari territorialmente legati a chi sta a Palazzo Chigi: non si tratta solo di banche toscane. In generale non c'è nessuna logica nell'escluderne alcune e dirottarle verso il sistema spa, passando da un principio mutualistico a uno lucrativo e aprendo lo spazio a speculazioni che in questo momento il governo potrebbe risparmiarsi".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who