Primo ok del cdm a riforma del bilancio, spending strutturale

Rivisto ciclo per obiettivi, non solo su interventi della legge di Stabilità

 Arriva la riforma del Bilancio dello Stato e, tra le novità, prevede l'arrivo di un processo di spending review strutturale. Il primo ok allo schema di riforma è stato dato dal Cdm di questa notte. Tra le novità è prevista la revisione del ciclo del bilancio con obiettivi di spesa per ministeri più coerenti con il Def. Nella fase di programmazione l'attenzione sarà posta sull'intero ammontare delle risorse disponibili e non sugli interventi "a margine", cioè sulle somme previste dal Bilancio e non sulle sole misure della legge di Stabilità.

Disposizioni per ampliare la flessibilità e snellire le procedure amministrative dei pagamenti delle amministrazioni pubblici sono previsti dallo schema di riforma della struttura del Bilancio dello Stato approvato ieri sera in prima lettura dal Cdm con l'obiettivo di rendere maggiormente efficiente la gestione e più rapidi di tempi di pagamento dei debiti delle amministrazioni pubblici verso i fornitori.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who