Eni: Versalis, chi è fondo SK Capital

Gruppo industriale chimico con patrimonio di 1,5 mld dollari

Un portafoglio fatto di 9 aziende leader dell'industria chimica e farmaceutica, con un enterprise value aggregato superiore ai 3 miliardi di euro, e un patrimonio di gestione di 1,5 miliardi di dollari. Sono questi alcuni dei numeri cruciali dell'identikit di SK Capital, il gruppo di partecipazioni industriali interessato ad acquisire la controllata di Eni Versalis.
    Fondato nel 2007 da Barry Siadat e Jamshid Keynejad, il fondo statunitense oggi conta in portafoglio un pool di aziende che generano 9 miliardi di dollari di ricavi, con un totale di 9.000 dipendenti, 101 impianti produttivi in 32 paesi (tra cui in Italia) ed una rete commerciale in 130 paesi del mondo.
    Il gruppo basa le proprie attività su una struttura finanziaria e patrimoniale supportata da un network di partner finanziatori e di co-investitori leader a livello internazionale. Il lite motive che guida il business del colosso chimico-farmaceutico è quello "creare valore attraverso il miglioramento delle performance operative delle aziende in portafoglio, senza la necessità di dover ricorrere ad ingegnerie finanziarie". In sostanza, il management di SK "ha obiettivi industriali di lungo periodo in un'ottica imprenditoriale e non da mero investitore finanziario". Il processo di creazione del valore è fondato sul capitale umano, attraverso la valorizzazione del management delle aziende in portafoglio e la condivisione degli obiettivi comuni da raggiungere sia a livello industriale che finanziario.
    Fra le aziende attualmente detenute da SK Capital in portafoglio ci sono Ascend (tecnologie e processi per la produzione di nylon, plastiche e fibre sintetiche), Calabrian (biossido di zolfo e relativi derivati), Iba (prodotti radiofarmaceutici utilizzati per processi diagnostici e terapeutici), TPC Group (servizi e prodotti ad alto valore aggiunto derivanti dalla trasformazione delle materie prime petrolchimiche), Addivant (fornitura di additivi), Archroma (prodotti chimici quali coloranti, pigmenti ed emulsioni), Halo Pharma (forme di dosaggio per l'industria farmaceutica), Aeb (ricerca e applicazione dei trattamenti di processo riguardanti la biochimica e l'igiene ambientale per viticoltori, produttori di birra e altri produttori alimentari).(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who