Borsa: Europa in calo, Milano -3,02%

Petrolio e crisi Cina tra fattori, banche giù a Piazza Affari

(ANSA) - MILANO, 28 GEN - Borse europee in frenata a metà giornata con l'indice d'area Stoxx 600 che perde l'1,41%. Milano resta la più bastonata dalle vendite: l'indice perde il 3,02% a 18.260 punti. "Le preoccupazioni circa la crescita globale con la disfatta dei prezzi del petrolio e il rallentamento in Cina pesano sui titoli nel 2016", sottolinea a Bloomberg Michael Ingram, market strategist di BGC Partners. Tra le piazze del Vecchio Continente Londra cede l'1,12%, Parigi l'1,45%, Francoforte l'1,75%. Sul Ftse mib gravano le continue sospensioni dei bancari. Bpm è la peggiore e perde il 7,48%. In asta Mps, Mediobanca, Intesa. Tra gli altri titoli Telecom perde il 5,2%, anche Fca finisce in asta perdendo il 5,47 per cento.
    Seduta a parte per Saipem con le azioni che guadagnano l'1,82% e i diritti il 4,94 per cento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who