Borsa Milano resta debole dopo dati Usa

Fca riduce perdite, Mps oscilla, corre Stm

(ANSA) - MILANO, 27 GEN - Anche sul finale di seduta Piazza Affari si conferma la Borsa europea più pesante della giornata: dopo l'avvio di Wall street e la diffusione dell'ultimo dato macroeconomico Usa significativo della seduta (la vendita di case nuove), Milano accusa la pesantezza del settore bancario con l'indice Ftse Mib che cede l'1,2%.
    Banco popolare e Bper perdono il 6%, Ubi e Unicredit quattro punti percentuali, Bpm è in calo del 2%, stesso livello di perdita di Generali, che tratta a 13,85 euro. Mps, passata anche dall'asta di volatilità, rimane molto nervosa e ora segna una crescita di poco inferiore al punto percentuale.
    Fca sta riducendo sensibilmente le perdite e ora cede l'1% tentando di riguadagnare quota sette euro. Ancora acquisti su Stm, che cresce di oltre il 3% dopo i conti e la decisione di chiudere le attività dedicate a prodotti per set-top box e home gateway, mentre le azioni Saipem cedono il 7% e i diritti sull'aumento di capitale sono tornati agli scambi normali in perdita del 10%.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who