Borsa: Europa debole, Milano -1%

A Piazza Affari resistono solo Mps e Carige

(ANSA) - MILANO, 27 GEN - Borse europee deboli nella prima parte della mattinata dopo alcune trimestrali deludenti e il petrolio che riprende la fase ribassista, con il Wti che quota 30,51 dollari al barile (-2,99%) e il brent 31,27% (-1,73%).
    Milano, maglia nera del Vecchio Continente, cede l'1% davanti a Parigi, Londra e Francoforte, tutte in calo dello 0,4%.
    Male Basf (-2,3%) i cui conti del quarto trimestre sono stati appesantiti da 600 milioni di euro di svalutazioni legate ai prezzi del petrolio e del gas. Risultati inferiori alle attese sono all'origine anche dei cali di Novartis (-3,5%) ed Ericsson (-3,3%).
    A Piazza Affari le banche imboccano con decisione la strada del ribasso, in attesa di maggiori dettagli sull'accordo sulla gestione delle sofferenze raggiunto con l'Unione Europea. Sono deboli Bpm (-0,5%) e Intesa (-0,7%), scivolano Unicredit (-2%), Ubi (-2,3%), Bper (-2,4%) e Banco Popolare (-2,2%). Segno più solo per Mps (+4,55%) e Carige (+2,7%).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who