Borsa: Piazza Affari in rialzo, petrolio torna sopra 30 dollari

Asia sugli scudi, Tokyo +5,88%, bene anche Shanghai, merito delle ipotesi di nuovi stimoli Bce e rialzo greggio

Giornata positiva per le Borse europee. Le parole del presidente della Bce Mario Draghi sui nuovi possibili stimoli all'economia ed il rialzo del greggio sopra ai 30 dollari spingono su tutti i settori.

Allunga il passo Piazza Affari (+2,4% a 19.172 punti), sostenuta dai bancari Mps (+10,89%), salita a 0,8 euro, Creval (+5,79%), Carige (+4,15% a 0,86%) e Intesa (+3,15%). Più caute Banco Popolare (+2,14%), e Bpm (+1,5%), mentre Bper (-0,61%) e Ubi (-1,18%) segnano il passo. Le quotazioni del greggio, di nuovo sopra ai 30 dollari al barile, favoriscono Eni (+3,82%), mentre Saipem (-1,98%) oscilla tra segno più e segno meno dopo lo sconto del 37% sul prezzo dell'aumento di capitale al via da lunedì prossimo. Acquisti su Mediaset (+3,96%), Fca (+2,2%) e Ferrari (+2%).

Mps: nuova cartolarizzazione crediti per 1,6 mld 

Saipem: cda approva prezzo aumento, maxisconto 37% - Il cda di Saipem ha fissato le condizioni dell'aumento di capitale da 3,5 miliardi di euro: le nuove azioni verranno emesse a 0,362 euro ciascuna, con uno sconto del 37% sul terp, il prezzo teorico dopo lo stacco del diritto di opzione. L'operazione si presenta iperdiluitiva per gli azionisti: verranno infatti emesse quasi 9,67 miliardi di nuove azioni, a fronte delle attuali 441,3 milioni in circolazione. Il rapporto di assegnazione sarà di 22 nuove azioni per ogni titolo in portafoglio. Ieri il titolo ha chiuso in borsa a 5,26 euro.

Asia sugli scudi, Tokyo +5,88%, bene anche Shanghai  - L'ondata di rialzi della vigilia ha lambito anche le Borse di Asia e Pacifico, che hanno amplificato l'entusiasmo dei listini occidentali soprattutto a Tokyo (+5,88% in chiusura). In forte crescita anche Hong Kong (+3,16%), ancora aperta, mentre hanno chiuso con maggior cautela Shanghai (+1,25%), Shenzhen (+1,46%), Taiwan (+1,2%)Seul (+2,11%) e Sidney (+1,07%). Positivi i futures sull'Europa e su Wall Street in attesa della fiducia dei manager di Francia, Germania e dell'Ue nel suo complesso. Dagli Usa invece sono attesi, a orari differenziati, dati sull'attività economica nazionale (Fed di Chicago), sulla fiducia del settore manifatturiero e sulle vendite di abitazioni. A trascinare i listini anche il rialzo del greggio su tutte le piazze ed il calo dello yen.

Petrolio in rialzo, torna sopra 30 dollari  - Il petrolio è in netto rialzo dopo i tonfi degli ultimi giorni e si riporta sopra i 30 dollari: a 31,10 per il Brent e a 31,04 per il barile Wti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who