Bankitalia,JobsAct spinge occupati fissi

Contratti stabili sono 38% dei nuovi rapporti lavoro

(ANSA) - ROMA, 15 GEN - La ricomposizione dell'occupazione verso contratti a tempo indeterminato avvenuta nel 2015 ''è riconducibile agli effetti degli sgravi contributivi e della nuova disciplina del licenziamento individuale prevista dal Jobs Act in vigore dai primi mesi del 2015''. Lo afferma la Banca d'Italia nel suo Bollettino economico ricordando che nei primi dieci mesi dell'anno i contratti stabili, di nuova stipula o trasformati da precedenti rapporti a termine, sono stati il 38,2% dei nuovi rapporti di lavoro subordinato (8,2 punti percentuali in più rispetto allo stesso periodo del 2014).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who