Banca Etruria, procura Arezzo indaga per truffa

Aperto fascicolo. Al momento nessun indagato

Il procuratore di Arezzo Roberto Rossi ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di truffa sulla vicenda della vendita delle obbligazioni secondarie di Banca Etruria. Secondo quanto appreso non ci sono al momento indagati.
    Nel fascicolo c'è la documentazione presentata dalle associazioni dei consumatori.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who