Fininvest: C.Stato, stop obbligo cessione 20% Mediolanum

Si decide nel merito il 14 gennaio

Il Consiglio di Stato ha sospeso l'esecutività dell'obbligo di cessione da parte di Fininvest della quota in Mediolanum eccedente il 9,9%, pari al 20% circa, derivante da un provvedimento di Bankitalia. La decisione, si legge nella sentenza, nasce "dall'esigenza di conservare la situazione attualmente esistente" in vista dell'udienza di merito fissata al 14 gennaio 2016.

Oltre a sospendere l'esecutività della sentenza del Tar del Lazio la sentenza del Consiglio di Stato sospende anche il provvedimento adottato dalla Banca d'Italia il 6 novembre che imponeva a Fininvest di trasferire al trust la partecipazione in Mediolanum entro 30 giorni.

Tutto nasce a ottobre 2014 quando Bankitalia dispose che la holding del Biscione, dopo la condanna definitiva di Silvio Berlusconi che gli fece perdere i necessari requisiti di onorabilita', dovesse cedere la partecipazione divenuta in eccesso entro 30 mesi, nel caso conferendola nel frattempo a un trust. Mediolanum era infatti nel frattempo diventata capogruppo di Banca Mediolanum e quindi soggetta alle norme previste per le banche, inclusi i citati requisiti di onorabilita' richiesti a quanti hanno piu' del 10% del capitale. A gennaio Fininvest si era adeguata costituendo il trust per ottemperare alla richiesta di Banca d'Italia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who