Legge stabilità: verso sconti casa a figli e coppie separate

Baretta: "Riduzione canone concordato". 120 mln ad antiterrorismo

Via le tasse sulla casa anche per le abitazioni lasciate da chi si separa all'ex coniuge, a patto si sia proprietari di un solo immobile. E' una delle ipotesi al vaglio di maggioranza e governo per agevolare i separati/divorziati. Il criterio di 1 solo immobile di proprietà potrebbe essere usato anche per lo sconto alle case date in comodato d'uso ai figli. Il sottosegretario Baretta spiega inoltre che si sta discutendo anche di sconti per chi affitta a canone concordato. Sull'emergenza terrorismo, una prima ipotesi prevede altri 120mln di euro per intelligence e Polizia, oltre ai 70 già in conto.

La spesa per i farmaci innovativi (compreso quello contro l'epatite C) rimarrà nel 2015 e 2016 a carico del Sistema sanitario nazionale e non concorrerà al raggiungimento del tetto di spesa per la farmaceutica territoriale, se non per la quota che eccede il fondo ad hoc. Lo prevede un emendamento delle relatrici alla legge di stabilità. Il fondo ad hoc per i farmaci innovativi introdotto con la legge di Stabilità dello scorso anno rendeva disponibili 500 milioni l'anno per il biennio 2015-2016, da reperire dal cosiddetto 'fondino', il fondo per gli obiettivi di piano destinato alla realizzazione di obiettivi specifici del Piano sanitario nazionale. Con l'emendamento, proposto dai senatori Pd della commissione Sanità, compresa la presidente Grazia De Biasi, riformulato dalle relatrici, si prevede che sempre per il biennio 2015-2016 queste risorse non vadano a sommarsi a quelle spese per la farmaceutica territoriale. In questo modo si riduce il rischio di sforare il tetto annuale previsto per questo tipo di spesa (l'11,35% del fondo sanitario nazionale, con il ripiano della spesa 'extra', il cosiddetto pay back al 100% a carico della filiera farmaceutica) facilitando allo stesso modo la reperibilità di questi farmaci. Obiettivo della misura è infatti quella di "consentire la regolare somministrazione dei farmaci innovativi", nella cornice delle risorse a disposizione del Ssn e rispettando le nuove misure, previste con la manovra, per rendere più efficiente la spesa sanitaria nel suo complesso. La proposta, che dovrebbe essere votata domani, allo scopo di garantire la sostenibilità finanziaria dei farmaci innovativi prevede anche che il ministero della Salute, sentita l'Aifa e d'intesa con le Regioni, predisponga ogni anno un 'Programma strategico' per definire le priorità di intervento, le condizioni di accesso ai trattamenti e le previsioni di spesa.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who