Esodati: Boeri, non tutto risolto, ci sarà strascico

Presidente Inps, forti pressioni per ottava salvaguardia

Sugli esodati "non penso che sia stato del tutto risolto perché il tema è stato affrontato in modo tale per cui rischiamo di avere uno strascico. Già ci sono forti pressioni per una ottava salvaguardia". Lo ha detto il presidente dell'Inps Tito Boeri a 'In mezz'ora' rispondendo a una domanda sulla settima salvaguardia introdotta con la legge di Stabilità.

Peraltro, ha ricordato Boeri, "le misure già varate fin qui sono state molto costose, sono costate già 12 miliardi" e "1 miliardo e mezzo" servirà ora per la settima salvaguardia. Ma "la platea si continua ad allargare" e "la pressione sarà sempre forte fin quando viene garantito un trattamento di vantaggio". E una soluzione sarebbe quella di permettere "flessibilità in uscita" ma "equiparando chi va a 63 e chi va a 67 anni. Per farlo dobbiamo dare una pensione più bassa a chi va in pensione prima". Bisogna poi "preoccuparsi dei veri esodati, soprattutto i lavoratori di piccole imprese dove non c'erano accordi, che semplicemente sono stati licenziati e non sono mai stati coperti, che si trovano tra i 55 e i 65 anni e che si sono ridotti in povertà. Lì bisognerebbe trovare strumenti di sostegno al reddito".

Per i vitalizi dei politici di "oltre 80-85mila euro all'anno abbiamo proposto una riduzione che arriva anche fino al 50% del vitalizio": così Boeri a 'In mezz'ora' di Lucia Annunciata su Rai 3 spiegando alcune delle proposte avanzate a giugno al governo per una riforma complessiva delle pensioni.

"La nostra idea è che vada fatta una ultima riforma delle pensioni" guardando "alla sostenibilità sociale" perché "c'è un problema di iniquità che va affrontato", ha detto ancora Tito Boeri a 'In mezz'ora' spiegando di avere presentato al governo a giugno "una proposta integrata" su previdenza e assistenza. Sull'assistenza "passi avanti" si sono fatti con la legge di Stabilità, "qualcosa delle nostre proposte è stato preso". Non sulle pensioni: "In questo momento sono state trovate altre priorità".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who