Casa, luce,buoni pasto; Atene vara legge antipovertà

Primo pacchetto da 200 milioni, ne seguirà altro

Via libera dal parlamento ellenico alla legge contro la "crisi umanitaria" in Grecia, voluto dal governo di Alexis Tsipras, nonostante le obiezioni della troika che riteneva la misura un "atto unilaterale". A favore anche il partito di destra Nuova Democrazia dell'ex premier Antonis Samaras. Si tratta di un primo pacchetto di misure da 200 milioni di euro volto ad alleviare le sofferenze di una popolazione messa in ginocchio da anni di crisi e da una 'cura' lacrime e sangue imposta dalla troika. E' prevista una indennità d'affitto di 220 euro al mese per 30.000 famiglie, la concessione di buoni pasto a circa 300.000 persone e la forniture gratis dell'energia elettrica fino a un certo ammontare ogni mese alle famiglie a cui era stata tagliata. La legge deve essere ora votata articolo per articolo dal parlamento greco.

"E' il primo disegno di legge in cinque anni che non toglie nulla alla gente ma che invece concede loro qualcosa", ha affermato in parlamento il premier Tsipras, aggiungendo che nei prossimi giorni si voterà anche sulla riapertura della Tv di stato e su una misura che prevede condizioni più favorevoli per i contribuenti che hanno tasse arretrate.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia


Vai al sito: Who's Who