Napoli, ecco 'Le donne di Arturo'

Francesco M. Passaro, thriller psicologico con coniugi in crisi

(ANSA) - NAPOLI, 17 MAG - Francesco Mario Passaro, 'Le donne di Arturo' (L'Erudita Editrice di Giulio Perrone, 17 euro). Un thriller psicologico ambientato nel quartiere Arenaccia di Napoli. Ecco il ritorno di Francesco Mario Passaro, avvocato penalista napoletano, alla sua quarta esperienza con la scrittura, dopo il noir 'Attesa di giudizio' (Iris 4 edizioni), il romanzo di formazione 'La città dei sangui' (goWare edizioni) e il legal thriller Stanze segrete (Rogiosi editore).
    Guido Fontana e Giovanna Improta sono sposati, ma il loro matrimonio è in crisi e la loro vita è ormai noiosa. Vivono in un piccolo appartamento dell'Arenaccia, un rione popolare di Napoli, frequentato da rapinatori, pedofili e povera gente. Un giorno caldo di fine giugno, Guido e Giovanna ricevono la telefonata che il loro amico, Arturo Marotta, è rimasto ferito durante una sparatoria. Un commando di camorra ha sparato all'impazzata, avendo come obiettivo affiliati di un clan avversario, ma i proiettili hanno raggiunto Arturo che si trovava lì per caso.
    Arturo Marotta è il loro vicino di casa, giornalista affascinante, narcisista, elegante e provocatore, con cui Guido e Giovanna hanno stretto amicizia. Arturo entra in coma e, ricoverato in terapia intensiva, la coppia conosce Charlotte, sorella del vicino, che giunge da Parigi, dove lavora.
    Da qui comincia il romanzo, che avrà come protagonista Guido, professore di Italiano in un liceo che, grazie alle chiavi di casa lasciate da Charlotte, accederà nell'appartamento del vicino e scoprirà cosa si nasconde in quella casa.
    Le donne di Arturo è un romanzo intimistico che ha l'andamento di un thriller psicologico con un'atmosfera emblematica che trascina il lettore lungo la storia fino a farlo diventare protagonista. Una storia che ha l'intenzione di scandagliare psicologicamente il protagonista, dando ai pensieri sia il movimento dell'azione, che la sorpresa creativa. Le tematiche affrontate sono diverse: l'incomunicabilità tra le persone, le difficoltà di conoscenza degli altri, la mancanza d'affiatamento coniugale e di un rapporto amoroso autentico e sentito, la fragilità interiore, la perdita di personalità e l'acquisizione di una nuova identità dopo una metamorfosi kafkiana.
    Un romanzo elegiaco, che sarà presentato martedì 22 maggio alla Fondazione Premio Napoli, Palazzo Reale, in cui Francesco Mario Passaro ci permette, con una scrittura coinvolgente, di conoscere le donne di Arturo attraverso gli occhi di Guido.
    L'andamento da thriller e il ritmo sincopato creano una suspense che terrà i lettori con il fiato sospeso.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA