Marine Vacth, lo scandalo non mi fa paura

Giovane star francese protagonista thriller Doppio Amore

 Ventisei anni, ex modella, attrice di grande fascino con labbra grandi e sguardo da gatto, Marine Vacth è la protagonista del thriller torbido di Francois Ozon 'Doppio amore', in sala con Academy Two dal 19 aprile, che è stato uno degli scandali del concorso di Cannes 2017 per scene erotiche e trasgressive. Interpreta Chloè, che finisce per innamorarsi del suo premuroso affascinante analista Paul (Jeremie Renier) con il quale va a vivere insieme. Salvo scoprire che lui, o almeno uno che sembra lui, con un fare minaccioso e violento si aggira per la città. Doppia vita o un inquietante gemello con cui anche il sesso è diverso? "Ho adorato la sceneggiatura e il fatto che arrivasse da Ozon. Non so se avrei accettato se mi fosse arrivata da un altro regista. Avevo già lavorato con Francois (in 'Giovane e bella' che nel 2013 con il ruolo scandaloso dell'adolescente prostituta l'ha lanciata a livello internazionale, ndr) e so quanta cura e quanto lavoro fa sugli attori, mettendoli con delicatezza a loro agio", dice la Vacth in un'intervista all'ANSA.
    La prima scena è una visita ginecologica di Chloè che Ozon filma con una telecamera nella vagina. Poi, tra le scene hard, la donna sodomizza il suo Paul con un fallo di plastica. Un altro ruolo sexy e trasgressivo? "Ho pensato alle possibilità che mi offriva interpretare Chloè, un'esplorazione dell'ignoto, del diverso da me. E' così che concepisco il mio lavoro".
    A Cannes il film ha provocato reazioni contrastanti, tipiche di quando un film viene definito 'scandalo', le piace quasi un anno dopo accompagnarlo? "Preferisco la preparazione di un personaggio e le riprese, ma so che fare la promozione di un film è parte del gioco, mi piace il confronto con la stampa ma il resto un po' meno. 'Doppio amore' però merita il mio impegno". Ormai tra le giovani attrici più richieste di Francia, Marine Vacth difende con forza la sua privacy: "La mia vita privata è protetta, finora sono riuscita a mettere una giusta distanza rispetto alla notorietà che ho acquisito negli ultimi anni. Non mi preoccupa, anzi mi fa piacere essere famosa ,non ho la fobia che hanno altri colleghi di nascondersi, ma certo ancora riesco a fare la spesa senza troppi problemi e a vivere la mia vita, per ora, poi chissà".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA