Totti tra la fiction e il desiderio del quarto figlio

A Più libri più liberi: "Ilray per me è tutto"

(ANSA) - ROMA, 08 DIC - "Vorrei uno che mi assomigli, non è facile. Se no lo faccio io". Lo ha detto all'ANSA Francesco Totti parlando della fiction a lui dedicata, Un capitano, attesa nel 2020, per la quale diverse indiscrezioni puntano sul nome del figlio di Sergio Castellitto, Pietro, come protagonista.
    "Non è stato deciso nulla. Ci stiamo lavorando. Io lo farei, il problema è trovare il tempo e non è facile. Da una parte mi piacerebbe, dall'altra no. Se non si trova la materia prima mi ci metto io. Ma si troverà tanto" ha spiegato Totti, superstar nel giorno di chiusura della fiera della piccola e media editoria 'Più libri più liberi', alla Nuvola di Roma, dove è venuto con Paolo Condò - autore de 'La storia del calcio in 50 ritratti' (Centuaria) , con illustrazioni di Massimiliano Aurelio - a margine della presentazione del libro, condotta da Walter Veltroni.
    Totti ha parlato anche del rapporto con la moglie Ilary Blasi e del desiderio di un quarto figlio: "Ilary per me è tutto. Mi ha fatto crescere, mi ha fatto capire tante cose. Mi ha dato tre perle...sto riuscendo a portarla sulla strada della quarta, devo trovare il momento giusto. Io devo tutto a Ilary. E' il mio braccio sinistro". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA