Amadeus, serata stelle per 150 anni Bambino Gesù / VIDEO

In diretta su Rai1 20/11 il charity show con celebrities

  Anche il mondo dello sport sarà sul palco - rappresentanti della Nazionale italiana di Calcio come il CT Roberto Mancini, e tanti campioni come Alessandro Florenzi, Ciro Immobile e Javier Zanetti. Il 20 novembre, parata di celebrità, a partire da big della musica, per festeggiare i 150 anni dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù fondato nel 1869, con una serata-evento di solidarietà condotta da Amadeus all'interno dell'aula Paolo VI (sala Nervi) in Vaticano e trasmessa in diretta su Rai1 dalle 21.25. "Lo scopo da realizzare - ha sottolineato il conduttore nel corso della presentazione dell'evento a Viale Mazzini insieme al direttore di rete Teresa De Santis e del Presidente dell'ospedale Mariella Enoc, grazie all'acquisto dei biglietti per lo spettacolo e le donazioni al numero solidale 45535, è finanziare il nuovo Istituto dei tumori e trapianti, un progetto di ricerca focalizzato sullo sviluppo e il consolidamento della terapia cellulare e genica CAR-T e sui trapianti sia di organi solidi sia di cellule staminale per la rigenerazione dei tessuti". Amadeus accompagnerà il pubblico in un viaggio in cui i protagonisti saranno le storie dei bambini e dei ragazzi accolti e sono tanti gli artisti che (a titolo gratuito) hanno deciso di essere vicini ad Amadeus in questo show unico: Francesco Renga, Alessandra Amoroso, Mahmood, Fabio Rovazzi, J-Ax, Benji & Fede, Elodie, The Kolors, Irama, Noemi, Giovanni Allevi, Renzo Arbore, Ficarra e Picone accenderanno questa serata di stelle dando voce alle emozioni di storie uniche, straordinarie e difficili. Tanti saranno gli ospiti presenti, fra i quali Massimo Ghini. "Sarà anche uno spettacolo, che fa bene ai telespettatori e ai bambini. Molti dei cantanti sono gli idoli dei giovanissimi". Poi aggiunge: "Le storie saranno raccontate dai medici e anche dai bambini". Poi il direttore artistico e conduttore del prossima edizione di Sanremo precisa: "alcuni artisti canteranno anche i nuovi brani". Ma tiene soprattutto a sottolineare: "Passare del tempo al Bambino Gesù è un grande arricchimento umano. Ho appreso molto - ha aggiunto.
Sono contento che il direttore De Santis abbia pensato a me per questo evento. Ho conosciuto la presidente Enoc, una donna dalla grande umanità, ben voluta da tutto il personale e dai bambini dell'Ospedale". Viene citato e ringraziato anche Monsignor Dario Viganò, definito il "deus ex machina" dell'evento. Ci sarà è stato annunciato, un videomessaggio di Papa Francesco.
L'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù è un centro di eccellenza riconosciuto a livello nazionale ed internazionale per la cura di patologie complesse. I pazienti ricoverati in ospedale arrivano da tutta Italia e dal mondo, anche grazie a programmi di solidarietà che consentono a bambini provenienti dalle aree più svantaggiate di avere accesso a cure avanzate. "Una serata di stelle per il Bambino Gesù" è prodotto dalla Master Group Sport Srl. Alla domanda come si costruisce intrattenimento solidale che funzioni in tv? Amadeus replica: si parte con gli autori,, da due mondi che vanno uniti, ci sono le storie, dall'altra parte c'è lo spettacolo. Poi le due cose vanno fuse".
Enoc ha sottolineato: "si racconta questo ospedale, il grande impegno che tutti ci mettono per le cure dei piccoli". Nel 2018 sono, ha ricordato, stati effettuati 28.730 ricoveri e 327 trapianti, con il 30% dei pazienti provenienti da regioni diverse dal Lazio e un 15% di bambini di cittadinanza straniera.
Il progetto dell'Istituto tumori e trapianti rafforzerà la ricerca e la cura delle malattie oncoematologiche in età pediatrica e i trapianti di cellule staminali emopoietiche e di organi solidi.
Il programma è scritto da Paolo Biamonte, Simone De Rosa, Sergio Rubino e Armando Vertorano. La regia è di Stefano Vicario. Per chi avesse piacere di seguire la serata nella sala Nervi si trovano ancora biglietti disponibili su vivatiket.i

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA