Prodigi, cuore e musica in Tv per i bimbi dell'Unicef

Su Rai1 il 13/11, con Insinna e Autieri 9 piccoli artisti

Dalle periferie del mondo a quelle di casa nostra, seguendo un percorso che parla di sogni e riscatto, passione per l'arte e solidarietà: torna per il quarto anno "Prodigi - La musica è vita", il programma di Rai1, in collaborazione con Unicef ed EndemolShine Italy, che il 13 novembre andrà in onda in prima serata sulla rete ammiraglia della Rai. Alla conduzione ci saranno Flavio Insinna con Serena Autieri e la 'mascotte' Giulia Golia, che l'anno scorso aveva partecipato al programma come cantante, pronti ad accompagnare il pubblico alla scoperta dei 9 giovanissimi, incredibili talenti (i prodigi, appunto) di questa edizione: i ballerini Davide, Eleonora e Rachele, i cantanti Laura, Manuel e Mattia Francesco, i musicisti Emanuele, Filippo e Matteo, tutti dagli 8 ai 15 anni, si esibiranno al cospetto della giuria composta da Arisa (per il canto), Rossella Brescia e Luciano Cannito (per la danza), Peppe Vessicchio (per la musica; il Maestro è anche direttore artistico) e, nel ruolo di segretario speciale, Nino Frassica. I tre finalisti (uno per categoria), scelti dai giurati, si contenderanno una borsa di studio offerta dall'Unicef Italia: a decretare il vincitore assoluto sarà una giuria di 100 esperti. Nel corso della serata, in cui i piccoli artisti saranno accompagnati dall'orchestra giovanile Sesto Armonico diretta dal Maestro Matteo Parmeggiani, ci sarà spazio però anche per il racconto di tante storie di bambini e ragazzi di Paesi in difficoltà che, proprio come i protagonisti di Prodigi, hanno trovato nella musica, nel canto e nella danza più di una passione, ma una strada di speranza per conquistarsi un futuro migliore. Sul palco di Rai1 si esibiranno alcuni bambini di Gambia, Panama e Sierra Leone e ci saranno le testimonianze "sul campo" di tanti ospiti d'eccezione: Roberto Mancini, CT della Nazionale e Goodwill Ambassador Unicef parlerà della sua esperienza in Giordania, i testimonial Geppi Cucciari, Rossella Brescia e Luciano Cannito racconteranno i loro viaggi rispettivamente in Gambia e a Panama, e poi Alessandra Mastronardi, Goodwill Ambassador, parlerà delle famiglie siriane che vivono nei campi per rifugiati in Libano. E poi ancora si esibirà la musicista, educatrice e attivista Sona Jobarteh e verrà trasmesso un video che Ultimo, nuovo Goodwill Ambassador Unicef, ha realizzato con i bambini di una scuola del quartiere San Basilio di Roma, dove il cantante è cresciuto. Come sempre quindi nel format - che ha visto crescere gli ascolti dall'11% della prima edizione al 16% dello scorso anno - lo spettacolo si intreccia alla solidarietà, la gara tra talenti all'amore per gli altri: una ricetta vincente da ogni punto di vista, sia "per i dati commerciali che per quelli 'solidali', perché la raccolta fondi e l'indotto che si crea è sempre più importante. Con Prodigi mettiamo in pratica la vocazione del servizio pubblico, quella di offrire l'intrattenimento gradevole e i contenuti importanti", spiega Claudio Fasulo, vicedirettore di Rai1. Anche per i conduttori "Prodigi" rappresenta, al di là dell'impegno professionale, un progetto necessario, in cui lavorare con il cuore: "Dopo un anno non pensavo avremmo avuto ancora più filo spinato, guerre e bombe: io che sono un uomo fortunato credo che la fortuna la devi rimettere in circolo", spiega Flavio Insinna, conduttore dalla seconda edizione, "mi viene naturale dare una mano ed è bello far recuperare al nostro mestiere la dimensione dell'altro, della cura". "Ci siamo divertiti e commossi: da mamma e da donna ho accettato subito questa opportunità", dice Serena Autieri, "ho conosciuto talenti straordinari e mi sono messa dalla loro parte perché anche io ho iniziato questo lavoro da bambina". "Ai bambini in difficoltà l'Unicef offre cura e protezione, ma anche di poter realizzare i propri sogni attraverso l'arte, la musica e la conoscenza", afferma il presidente Unicef Italia Francesco Samengo, "tutti devono avere le stesse opportunità, a prescindere dal luogo di nascita". Come sempre, il pubblico potrà sostenere la campagna di raccolta fondi dell'Unicef (promossa dalla Rai dall'11 al 17 novembre) per combattere la malnutrizione infantile e proteggere bambini e adolescenti donando fino al 31 dicembre al numero solidale 45525 (o telefonando al numero 800070606 o sul sito unicef.it/tv). 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA