Conti, a Tale e Quale da Lady Gaga a Barry White

Dal 13 settembre su Rai1 in giuria Goggi, Panariello e Salemme

    Carlo Conti torna saldamente al comando di Tale e Quale Show, da venerdì 13 settembre in prima serata su Rai1, in diretta dagli studi Fabrizio Frizzi di Roma.
    La nona edizione è stata presenta dal padrone di casa, dal direttore di Rai1 Teresa de Santis e da Leonardo Pasquinelli, Ad di Endemol Shine Italy che produce il programma in collaborazione con l'ammiraglia Rai, insieme ai concorrenti. Anche quest'anno le redini della trasmissione, tra le più popolari e seguite su Rai1, troveranno in giuria l'insostituibile Loretta Goggi, con Giorgio Panariello e Vincenzo Salemme. I dodici personaggi del mondo dello spettacolo chiamati a imitare e a dar vita a performance di big della musica italiana e internazionale sono: l'attore Francesco Pannofino, il cantautore Davide De Marinis, le cantanti Tiziana Rivale, Jessica Morlacchi e Lidia Schillaci (voce dell'orchestra di Paolo Belli a Ballando con le Stelle), le showgirl Flora Canto e Sara Facciolini (ha lavorato con Conti come "professoressa" dell'Eredità e come valletta dei Migliori anni, "ai provini Sara ha stupito tutti con la sua voce, non pensavamo cantasse così bene", ha detto Conti), il cantautore Agostino Penna (che, tra le altre cose, ha curato gli spazi musicali di trasmissioni importanti come Uomini e Donne), l'attrice Eva Grimaldi, il modello Francesco Monte, l'imitatore Davide Pratelli e i comici Gigi e Ross. "Tale e quale - ha sottolineato il conduttore toscano e autore del varietà - è un programma che è entrato nelle abitudini degli italiani, grazie al cielo. La variabile anche quest'anno è il cast di cui siamo molto soddisfatti. Del resto ci muoviamo all'interno di uno schema fortissimo, che prevede che in ogni puntata i concorrenti, che preferisco definire i 'protagonisti' dello show, attraverso imitazioni vocali e fisiche si trasformino in un cantante diverso. Quest'anno saranno tredici, perché uno di loro è formato dalla coppia di Gigi e Ross, ma prenderanno un voto soltanto, non due. Ebbene questa coppia farà tutte coppie e nella prima puntata saranno i Righeira. Poi potrà essere la volta di Simon & Garfunkel piuttosto che di Vanoni e Paoli". Per il direttore di Rai1 Teresa de Santis di tratta di un appuntamento tradizionalmente importante per la rete: "Seguo il lavoro di Carlo Conti da vent'anni. Questa è la nona edizione, è la vera riapertura della tradizionale invernale di Rai1. Il programma ha sempre dato risultati di ascolto notevoli, combattendo a volte con una concorrenza non secondaria". Dice Pasquinelli: "Siamo molto soddisfatti di essere arrivati alla nona edizione, bisogna cominciare a pensare alla decima. Tale e quale show è un programma che basa il suo successo sulla sua popolarità, è un intrattenimento gradevole, che unisce la famiglia". Conti è "entusiasta di essere ancora una volta qui in questo studio, con Loretta, che è con me sin dalla prima edizione.
Loretta è Tale e quale, non potrei immaginarlo senza di lei.
Vincenzo e Giorgio, che hanno di nuovo accettato il nostro invito, renderanno la giuria ancora più forte e ironica".
Panariello: "Siamo contenti di stare a casa tua, Carlo, per aiutarti. Qualcuno dice 'aiutiamoli a casa loro'. In verità si è cercato il terzo giurato al posto di Salemme, riconfermato solo perché gli altri erano impegnati". E Salemme: "Panariello, ci hai impiegato sei mesi per trovare due battute, sei diventato vecchio".
Insiste Conti: "Ci siamo tolti delle soddisfazioni da Edith Piaf a Lady Gaga o Barry White. Questo ti permette anche di accontentare tanti gusti diversi". Le puntate erano 10, spiega, "ma ci sarebbe stata l'interruzione tra le ultime due per la Nazionale di calcio, che giocherà la sera del venerdì. E così invece di fare l'ultima saltando una settimana, finiamo alla nona e dopo la pausa della Nazionale torneremo con un Tali e quali, quelli che io chiamo gli imitatori del web. Quest'anno l'ultima sarà tutta dedicata a loro: una puntata fatta da persone non famose". Infine Conti si dice Carlo Conti si dice "felicissimo" per Amadeus alla guida di Saremo: "Siamo molto amici e abbiamo fatto lo stesso percorso artistico partendo dalle radio. Sono davvero contento", risponde. Il conduttore toscano è sicuro che "Amadeus troverà la cifra giusta e il suo modo di fare il festival di Sanremo con la giusta leggerezza". Qualche consiglio? "Ma figuriamoci, Amadeus non ne ha bisogno è un grande professionista e quindi farà un ottimo lavoro". Ma andrà ospite del Festival? "Questo non lo so, certo se in quella settimana mi trovo a Sanremo o da quelle parti, figuriamoci se non vado a trovare un amico...", risponde lasciando aperta la possibilità di una sua presenza sul palco.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA