Daniele Liotti, in Un Passo dal Cielo 5 tra crime e paternità

Nei panni del forestale Francesco Neri, su Rai1 dal 12/9

 Tra mistery, suspense, amore che torna e che va, e paternità desiderata e improvvisa. Ma anche amicizie che si fortificano e il tema della setta che si ripropone in maniera più subdola che mai. A due anni dalla messa in onda della quarta stagione di Un Passo dal Cielo (riproposta in replica  questa estate con discreto successo di ascolti) torna Daniele Liotti nei panni del comandate della forestale Francesco Neri a guidare il cast della quinta stagione da giovedì 12 settembre su Rai1, per un totale di 10 prime serate, la serie tv targata RaiFiction campione di audience, prodotta da Luca e Matilde Bernabei per LuxVide.
"Questa volta - spiega il protagonista - non c'è un caso in ogni puntata ma un unico giallo che inizia nella prima puntata e si conclude con l'ultima", annunciando il cambiamento di struttura narrativa di tipo orizzontale. Accanto a lui, Enrico Ianniello nei panni del simpatico commissario Vincenzo Nappi. In questa stagione i due dovranno fare i conti, non solo con casi da risolvere ma anche con sentimenti forti "non a caso la loro amicizia diventerà molto forte e un ancora di salvezza per entrambi", aggiunge Liotti: quelli che Neri prova per Emma Giorgi (Pilar Fogliati), e quelli che Nappi prova per Eva Fernandez, (Rocio Munoz Morales). Quest'ultima infatti avrà una bambina, che la metterà in crisi. "La paternità - aggiunge il protagonista - è il tema che attraverserà tutta la serie. Perché ognuno dovrà farci i conti, da diversi punti di vista. Nappi verrà aiutato da tutti i colleghi e la figlia diventerà mascotte della caserma. Vincenzo dovrà quindi affrontare la grande avventura di diventare padre e - con la piccola figlia Carmela al seguito - si troverà diviso tra il difficile rapporto con Eva e un'insolita ed esilarante convivenza con Valeria Ferra (Beatrice Arnera), la nuova forestale arrivata a san Candido, e sua nipote Isabella adolescente figlia di Valeria Ferrante che a sua volta ha allacciato una forte amicizia con Francesco.
Emma fa ritorno in Val Pusteria dopo una lunga assenza, anche se le apparenze potrebbero ingannare e celare altre verità.
"E nello stesso momento anche il comandante Neri - aggiunge Liotti - che come il pubblico che ci segue ricorderà avevo perso un figlio suicida, dovrò fare i conti con la scoperta dell'esistenza di un ragazzino che potrebbe essere mio. Una notizia che mi colpirà particolarmente, visto che ancora sono distrutto dai sensi di colpa per la scomparsa dell'unico figlio che sapevo di avere". Nel ruolo di nemico numero uno di Francesco Neri, il Maestro Albert Kroess, ispiratore folle e capo indiscusso per tutti gli adepti della setta Deva, Matteo Martari "lo Avevamo lasciato in carcere, proclama il suo ravvedimento dice l'attore e prepara la sua uscita dalle patrie galere". Ma a inizio stagione ci sarà un giallo perchè se Emma torna a San Candido scopriremo che sta andando a trovare in carcere proprio Albert.
Ad aiutarlo a mettere ordine in tutto questo, c'è Adriana Ferrante (Giulia Fiume), che da un anno si è stabilita nella valle, una reduce di Deva, desiderosa di cominciare una nuova vita lontano dall'incubo della setta. Tra le New entry Serena Autieri (Ingrid Moser), Jenny De Nucci (Isabella), Matteo Oscar Giuggioli (Klaus Moser), Stefano Cassetti (Bruno Moser).
Al suo fianco, ad aiutarlo a mettere ordine in tutto questo, c'è Adriana Ferrante, una reduce di Deva, desiderosa di cominciare una nuova vita lontano dall'incubo della setta.
Nell'ultimo anno Adriana è diventata molto amica di Francesco e sembra disposta a tutto. Vera protagonista è la location: Le Dolomiti, le acque cristalline del lago di Braies, i prati verde smeraldo, il cielo azzurro sul quale si stagliano le cime innevate: "Questa ambientazione fa bene all'anima di chi vede la serie e di chi ci lavora - dice Liotti - e rende questa serie davvero unica nel panorama della serialità". Liotti ha appena terminato le riprese della commedia "Un figlio di Nome Erasmus": "un film che ho interpretato con Luca e Paolo e Ricky Memphis, per la regia di Alberto Ferrari. È la storia di quattro uomini che 20 anni dopo l'Erasmus appunto che hanno fatto a Lisbona, vi fanno ritorno per partecipare al funerale di una amica...."

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA