Popolo Sovrano, Sortino l'attualità tra reportage e confronti

Su Rai2 da giovedì 14/2 con Eva Giovannini e Piervincenzi

"La nostra sfida è quella di chiedere alla politica di "confrontarsi con la realtà". Un racconto attraverso reportage immersivi - affidati alla squadra di videomaker già rodata con Nemo - e confronti in studio tra politici, giornalisti, economisti e imprenditori. Popolo Sovrano è il nuovo programma di attualità e approfondimento in onda nato dalle ceneri di Nemo che sbarca su Rai2 ogni giovedì dal 14 febbraio alle 21.20, realizzato da Alessandro Sortino che si occuperà anche della conduzione insieme ad Eva Giovannini (anche lei tra gli autori) con la partecipazione di Daniele Piervincenzi. Popolo Sovrano è stato fortemente voluto da Carlo Freccero direttore della seconda rete Rai.

Considerando il titolo, sarà un programma populista? "Non mi piacciono gli ismi", risponde Sortino, "io rivendico la parola 'popolo' e la parola 'sovranità'. Rivendico le parole, le voglio liberare dagli ismi che le soffocano, voglio liberare la parola comunità da comunismo... Ci auguriamo che sia un programma popolare".

''Il titolo è stato proposto da me - tiene a sottolineare ancora Sortino - la Costituzione italiana si apre con il popolo. Racconteremo come il popolo si muove, lamenta e soffre. Inizieremo dal popolo dei risparmiatori". Daniele Piervincenzi rileva: "Se mettessimo un punto di domanda al titolo tutto diventerebbe più semplice. Dov'è che il popolo è davvero sovrano? Noi andremo nei luoghi oscuri. Devo molto a Sortino, che mi ha riesumato, ero stato un po' messo nel congelatore dopo quello che è successo a Ostia (il giornalista fu aggredito durante un servizio da un esponente del clan Spada)".

Popolo Sovrano non si accontenterà mai di un solo punto di vista, ma darà voce a tutte le posizioni e a tutte le idee. Ciascuna puntata sarà dedicata a un tema: un argomento di attualità, politica e cultura sul quale gli ospiti in studio si affronteranno in un confronto/duello. Nella prima puntata: un'inchiesta di Alessandro Sortino sulle banche popolari e sul risparmio tradito e un reportage di Daniele Piervincenzi sugli sgomberati dell'ex Penicillina, la fabbrica occupata della periferia di Roma.

Realizzato da Rai2 in collaborazione con Fremantle, il programma andrà in onda in diretta, con il pubblico in studio. Sul palco i conduttori racconteranno la realtà, tra i servizi filmati e uno storytelling teatrale. Poi il confronto coi politici sui tremi trattati.

"Non è un talk" chiarisce Giovannini "ma un approfondimento giornalistico. La politica è al centro, ma non è al centro il chiacchiericcio. Io modererò un confronto, un duello, ma non sarà un momento per l'insulto o per delegittimare l'avversario. Cercheremo di capire anche che uomo o che donna c'è dietro la maschera che ogni politico indossa".

A chi chiede chiarimenti su voci circolate sul fatto che la sigla del programma fosse firmata dal figlio di Marco Travaglio Sortino risponde:"No, non sarà lui l'autore, sarà un brano Rock.
Non conosco il figlio di Travaglio, non ho mai sentito una sua canzone. Anche se ritengo che la vera vittima sia lui, che ripeto, non conosco, e che magari è anche bravo. Speriamo di ospitarlo"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA