Telethon-Rai, da Clerici ad Amadeus rispondono #presente

Al via la 29/a maratona no-stop dal 15 al 22 dicembre

ROMA - Fino al 31 dicembre sarà possibile donare chiamando da rete fissa o inviando un sms al numero solidale 45510. Sono ormai ventinove gli anni di collaborazione che uniscono Telethon e la Rai, impegno condiviso per sostenere e finanziare la ricerca sulle malattie genetiche rare. Quest'anno la maratona vedrà l'assenza di un importante testimionial. Fabrizio Frizzi, scomparso lo scorso marzo. Nell'edizione 2017 sono stati raccolti 31 milioni di euro per la ricerca e il sostegno quotidiano dei malati e dei loro cari. "Anche quest'anno il servizio pubblico risponde all'appello della Fondazione intitolato: 'E tu come sarai #presente?', dimostrando ancora una volta di essere parte integrante di una catena di solidarietà composta da volontari, ricercatori, donatori, aziende e soprattutto dalle tantissime persone pronte ad aiutare chi lotta contro patologie spesso sconosciute e trascurate dai finanziamenti pubblici e privati.

Si inizierà il 15 dicembre con Antonella Clerici che condurrà in prima serata su Rai1 "Festa di Natale" in cui si alterneranno momenti musicali ad altri dedicati alle storie di pazienti e ricercatori: si racconterà la storia di Adam e Ayan, due gemelli affetti dalla Sindrome di Wiskott Aldirch; quella di Laura, una mamma affetta dalla malattia di Charcot Marie Tooth, passando per la storia di Valerio, affetto dalla sindrome di down, nominato Alfiere da Sergio Mattarella. Tra gli ospiti Luca Zingaretti, Gigi D'Alessio, Flavio Insinna, Vincenzo Salemme. I principali conduttori Rai saranno coinvolti nella lettura delle Buone notizie: Marco Liorni, Mara Venier, Milly Carlucci, Amadeus. Nella seconda serata, invece, il timone della conduzione passerà a Gigi e Ross. A chiudere la maratona tv il 22 dicembre, invece, sarà Amadeus con una puntata dei Soliti ignoti - Speciale Telethon, dove si metteranno in gioco tanti personaggi dello spettacolo.

L'ad Rai Fabrizio Salini ha evidenziato che "il lavoro di Telethon è reso possibile grazie ad una grande squadra. In questa collaborazione tra Rai e Telethon ritrovo un elemento fondante del servizio pubblico, ovvero quello di portare la ricerca scientifica nelle case degli italiani. Il prossimo anno arriveremo alla 30/a edizione. In questi anni si è costruito un senso di consapevolezza nella catena di solidarietà". Clerici, in collegamento via Skype, ha lanciato un appello: "Speriamo di raccogliere tanti fondi affinché le malattie siano sempre più curabili. E' un impegno che sento molto, perché ognuno di noi deve fare la propria parte sia per le famiglie, sia per i ricercatori. Non mancheranno i ricordi dedicati a Fabrizio Frizzi che ha fatto tanto per Telethon".

Amadeus si sente orgoglioso di far parte di questa squadra: "Essendo genitore ho molta sensibilità sulle malattie dei bambini. La ricerca, per fortuna, ha fatto passi da gigante e noi che lavoriamo nella comunicazione abbiamo il compito di spingere la gente a donare. La puntata speciale dei Soliti ignoti sarà segnata dal divertimento, ma non dimenticheremo di lasciare spazio alle storie. Dobbiamo metterci la stessa passione che ci ha messo Fabrizio, che sentiva Telethon come casa sua". Il testimonial di quest'anno è Luca Zingaretti: "Nello spot che abbiamo realizzato - ha fatto notare Francesca Pasinelli, direttore generale Telethon - c'è un bambino davvero affetto da una malattia rara. Zingaretti è voluto andare sul posto per accertarsi di persona della situazione e ha scritto di suo pugno il testo. La Rai ci ha permesso di dare voce a queste malattie. Grazie a Telethon sono state eseguite ben 95 sperimentazioni sui bambini. Un numero altissimo se pensiamo alla ridotta dimensione della Fondazione. Telethon ha portato risultati tangibili. Attraverso un meccanismo apparentemente sempre uguale, mettiamo un flusso di denaro per finanziare ogni anno qualcosa di nuovo. La ricerca scientifica ha successo solo se è di lunga durata: nonostante ci possano essere dei fallimenti, l'importante è ripartire da zero e portare nuovi risultati. Per la maratona annuale Gabriele Muccino ha realizzato un cortometraggio animato intitolato 'Vasco e Viola', due bambini. Il filmato è accompagnato dalle musiche di Nicola Piovani che rende poesia il racconto". Marcello Ciannamea, direttore del Palinsesto Rai, ha ricordato che "la maratona coinvolgerà anche quasi tutti i programmi radiofonici, tg e avrà spazi dedicati".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA